Skip to main content

Un_namble FW 2024/2025

By 25 Febbraio 2024Storie

www.un-namable.it
@un_namble

Milano 25 gennaio 2024 – L’essenza di Un_namable risiede nella volontà di concepire indumenti distintivi, senza tempo e allo stesso tempo audaci e innovativi. L’unione di tessuti pregiati e tecniche all’avanguardia conferisce ad ogni capo un carattere unico, attraverso volumi e silhouette sorprendenti. La collezione si impegna primariamente a valorizzare i principi fondamentali dell’artigianato, creando pezzi unici e irripetibili, ognuno con la propria identità distintiva. Il brand utilizza esclusivamente tessuti provenienti da fornitori italiani e la produzione degli abiti viene svolta a mano in Italia dagli artigiani di Carpi. Tutti i materiali e i finissaggi sono attentamente selezionati per rispecchiare uno stile di vita e un’etica ecosostenibili, nel rispetto del lavoro umano e degli animali. Questo si traduce nell’impiego esclusivo di tessuti naturali al 100% eco-sostenibili, quali canapa, lana, cotone, juta, cachemire, seta e lino. Ogni pezzo è unico, grazie alle rifiniture e alle tinture fatte a mano utilizzando pigmenti naturali come caffè, cacao, curcuma, barbabietola, tè e noci.

Per la stagione 2024/25, Un_namable ha intrapreso un viaggio creativo esplorando il concetto di sperimentazione e valorizzando l’unicità che nasce dall’imperfezione, caratteristica distintiva dell’artigianato avant-garde di Carpi. La collezione si distingue per la sua audacia e originalità, puntando sull’utilizzo di tinture naturali per i suoi capi. Tessuti sostenibili vengono arricchiti con bagni di tè o caffè, attraverso tecniche di immersione che donano ad ogni indumento un carattere unico, celebrando la diversità. La palette cromatica si ispira a tonalità neutre come grigio, bianco naturale e varie sfumature di beige e marrone, ottenute tramite la tecnica del “badly dyed” con tè e caffè. I tessuti, che spaziano dal cachemire alla canapa, dalla lana al lino, offrono morbidezza e comfort, adattandosi sia alle rigide temperature invernali che ai climi più miti. Le silhouette oscillano tra volumi generosi, come nei maxi pullover e gilet, e linee più aderenti, come negli abiti lunghi e nei top. I dettagli artigianali, come le patch cucite a mano e le maxi sciarpe tinteggiate con tè o caffè, conferiscono ulteriore valore alla collezione, rendendo ogni pezzo un’autentica opera d’arte. Tra gli accessori, il maxi cappotto Alygatyr si distingue per la sua lavorazione speciale che crea effetti sorprendenti sulla superficie, richiamando l’eleganza e la texture della pelle di rettile.

Crediti

Foto: Ludivine Keller

Testo: redazione FARMA 282