Skip to main content

THE WITNESS | ISTITUTO MARANGONI FIRENZE

By 17 Giugno 2024Storie

@Istitutomarangoni_firenze

Immersi nella suggestiva location di Palazzo Ximènes-Panciatichi, Giovedì 13 Giugno, abbiamo assistito al Fashion Show “THE WITNESS” di Istituto Marangoni Firenze. La location, ricca di affreschi e lavori di vari stili, è testimone dell’evoluzione storico-artistica di Firenze, e si presenta come uno sfondo che crea l’armonia adatta ad assistere in prima persona alle “voci” degli studenti selezionati per lo show. La sfilata di quest’anno, “THE WITNESS”, non impone un tema comune. L’intenzione è infatti quella di dare la possibilità di ammirare quelli che sono gli universi che i 10 designers scelti hanno creato e nei quali vogliono farci entrare mostrandoci le loro doti creative; il tutto racchiuso in uno show che si presenta come un’ode alla pluralità,

Apre lo show “Thread of opposites” di Greta Peccia, una collezione sofisticata ricca di crochet, lavori a maglia e looks che si “scoprono” con effetto wow.

Max Putrino celebra col suo design una mascolinità delicata, con forme e volumi che rimandano ad un immaginario quasi futuristico, ispirandosi all’abbigliamento da motociclista per i tessuti utilizzati.

Nell’ “Unknown Journey” di Nora Bagdasaroglu  veniamo colpiti subito dai colori pastello e dalla loro lucentezza, che ci invita ad abbracciare un approccio olistico.

Matilde Tasselli porta in passerella la sua visione del processo di crescita, con look voluminosi, composti da gonne che rimandano al 17esimo secolo, con strutture nascoste, ricche di balze increspature.

A chiudere plissé e organza in un gioco di forme, nel lavoro di Angela Huang, che ci connette alla natura, con un lavoro di vortici creati dall’Unione di Intelligenza Artificiale e tecnologie integrative.

Questi i cinque designer che ci hanno colpito di più durante lo show.

A seguire, tutti gli invitati sono stati catapultati in un breve percorso di cinque ambienti, dove venivano presentati alcuni dei capi visti in passerella accompagnati da presentazioni multimediali che esponevano le visioni dei designer, dando visibilità ai loro mondi creativi.

 

Crediti

Foto: ISTITUTO MARANGONI FIRENZE

Testo: Luca Seno